Connect with us

Ecco le app che consumano più giga: come limitare il consumo

News

Ecco le app che consumano più giga: come limitare il consumo

Accade spesso. Siamo lì che lavoriamo con il nostro telefonino, quando all’improvviso arriva la notifica che il nostro limite mensile di giga è stato completamente esaurito. Come, ci chiederemo noi? A parte qualche minuto di troppo su FaceBook, non abbiamo certo strafatto. Eppure, proprio in quei pochi minuti potremmo avere cambiato od attivato involontariamente le funzioni extra di un’app. Un incidente che succede molto spesso proprio con 5 delle app più usate dagli utenti: Facebook, Youtube, Twitter, Spotify, Snapchat ed Instagram. Qui di seguito, vedremo come cambiare i parametri di queste apps per migliorare la resa del telefonino e risparmiare giga.

Su Instagram, per esempio, un’ottima scelta è fermare il precaricamento dei video. Certo è bello avere video e photo feeds già pronti per essere visti, ma forse non sapete che per prepararli in maniera di poterne usufruire subito, Instagram deve comunque usare un bel po’ di dati. Per fortuna, basta andare su Impostazioni, e scegliere l’opzione Utilizzo dati/utilizza meno dati per alleggerire la connessione e ridurre il consumo di dati dall’internet.

Stesso discorso vale per Facebook e Twitter. Già il primo, continuando a caricare feeds a velocità stratosferica, rappresenta probabilmente il maggior dispendio di dati di tutto il vostro telefonino (molti infatti, eliminano la app e lo consultano su internet, per facilitarsi la vita). Se poi anche qui applichiamo l’autoplay, è una battaglia persa in partenza. Per disattivare l’opzione, andate su Impostazioni Account e da lì su Video & Photo. Nel menù, selezionate On Wi-Fi Connections OnlyNever Autoplay Videos. Twitter prende un secondo in più: dopo aver premuto il bottone ME sul fondo a destra, entrate nelle impostazioni. Una volta nella sezione Generale, selezionate nell’ordine Video ed Autoplay. Scegliete l’opzione Usa solo Wi-Fi o non riprodurre i video automaticamente, ed il gioco è fatto.

Con Youtube il discorso è ovviamente differente. Sappiamo fin troppo bene che non esiste preloading su youtube (cosa che ci fa dannare sul computer domestico, ma che risulta la cosa migliore sul cellulare). Il problema è che comunque Youtube è una piattaforma video, e trasmette solo quelli, con il rischio di prosciugarvi il limite di connessione in pochi minuti, soprattutto se il video che volete vedere è in HD. Per ovviare a questo problema, dalle impostazioni scegliete Play HD on Wi-Fi only, e, sopratutto se caricate molto spesso, Upload solo tramite Wi-Fi. In questo modo, non dovreste incorrere in brutte sorprese.

Su Spotify, la cosa migliore per godersi la musica senza pensieri è semplicemente ascoltare gli album offline. Certo, per usare questa opzione dovreste essere membri premium, ma potrebbe valerne la pena. Se usate Spotify per tenervi compagnia durante molte ore della giornata, quando gestite un album della lista scegliete l’opzione Available Offline, ed il problema è risolto. Se poi voleste anche gestire la qualità dello streaming, Spotify può scegliere tra quattro velocità: Automatic, Normal, High ed Extreme. Visto che Spotify, come molte altre apps non distingue tra Wi-fi e connessione cellulare, quindi per l’uso giornaliero consigliamo settare la qualità su Normal, per evitare salassi.

Per Snapchat, infine, esiste una semisconosciuta opzione Modalità aereo, simile a quella usata normalmente dal cellulare. I dati in questo modo verranno caricati molto più lentamente, ma il vostro piano tariffario ne avrà beneficio immediato. Dalla schermata profilo, andate sull’angolo in alto a destra per selezionare le impostazioni, scegliete Manage e da lì enable Travel Mode.

Commenti
Advertisement
Top