Connect with us

Apple e il killer di San Bernardino: la richiesta di Cook

Apple

Apple e il killer di San Bernardino: la richiesta di Cook

Apple

Il governo degli Stati Uniti deve ritirare le sue richieste fatte ad Apple per creare un modo per sbloccare il telefono del killer di San Bernardino, ha detto il CEO di Apple Tim Cook. In una e-mail interna al personale di Apple, scovata dal sito TechCrunch, l’amministratore delegato dell’azienda americana ha ribadito l’opposizione della società alla creazione di un nuovo sistema operativo per decifrare l’iPhone 5C di Syed Rizwan Farook.

“Riteniamo che il modo migliore di procedere sia che il governo ritiri le sue richieste sulla base dell’All Writs Act”, dice la lettera. Cook ha continuato a proporre una commissione o un altro gruppo di esperti di tecnologia e di diritti civili che dovrebbero discutere le implicazioni del caso e l’equilibrio tra la privacy e il bisogno di sicurezza. Ha detto che l’azienda di Cupertino può conformarsi a qualsiasi commissione.

Apple e la strage di Cupertino: cosa ne sarà?

Dal momento che il capo di Apple inizialmente ha parlato della pericolosità di un’azione del genere per la privacy dei cittadini,  Twitter, WhatsApp, Google e Facebook hanno sostenuto la posizione dell’azienda americana in misura diversa, ma il Dipartimento di Giustizia ha presentato la propria denuncia ai giudici sul caso.

Il DoJ ha detto che la sfida di Apple sembra essere basata sulla sua preoccupazione per il modello di business e della strategia di marketing, piuttosto che sui clienti. L’FBI ha anche affermato che la password e l’ID Apple legate alla strage di San Bernardino, sono state modificate da un funzionario delle autorità di questo luogo.

La vicenda ha portato al direttore dell’FBI James Comey la pubblicazione di una dichiarazione dettagliata che sostiene che l’agenzia non sta cercando di costituire un precedente. Comey ha inoltre chiesto una lunga conversazione tra i soggetti coinvolti per cercare di arrivare finalmente ad un accordo sulla questione, che sta creando non pochi problemi all’azienda di Cupertino.

Commenti
Advertisement
Top