Connect with us

DirectX 12 in grado di combinare schede video Nvidia e AMD

News

DirectX 12 in grado di combinare schede video Nvidia e AMD

directx-12-permetterano-di-combinare-schede-di-produttori-diversi

In questa notizia vi avevamo informato delle prestazioni ed oggi abbiamo un’aggiornamento per voi: microsoft potrebbe essere sul punto di una svolta nel campo della grafica con l’arrivo di DirectX 12, visto che le nuove API permetteranno agli utenti di PC di combinare le GPU di produttori diversi.

Attualmente gli utenti PC che vogliono raddoppiare il numero di schede grafiche sulla loro scheda madre sono limitati dal produttore. Due schede Nvidia GeForce dello stesso tipo funzionano via SLI, e due schede AMD Radeon possono essere unite via Crossfire.

Tuttavia Microsoft sta preparando un importante annuncio al Games Developers Conference, in cui spiegherà che DirectX 12 può combinare tutte le risorse grafiche di sistema e trattarle come se fossero una singola scheda.

Le prime voci sono emerse su Tom’s Hardware all’inizio di questa settimana. Una fonte collegata alla questione, che ha chiesto di non essere nominata, ha spiegato a GameSpot che la notizia è autentica.

Microsoft si sta già preparando per portare molti dei suoi giochi Xbox One su PC. La chiave del nuovo processo è come in DirectX 12 si legano più GPU insieme. Secondo Tom’s Hardware, la tecnologia “considera l’intero sottosistema grafico come un’ unica, più potente scheda grafica. Così gli utenti ottengono la robustezza dell’ esecuzione di una singola GPU, ma con più schede grafiche.”

Tale scoperta potrebbe portare a nuovi livelli di convenienza per gli appassionati di PC e per gli sviluppatori. Per la prima volta si potrà dire che più GPU possono unire la loro memoria. In teoria questo significa che l’installazione di due GPU da 2 GB in un sistema garantirà all’utente finale 4 GB utilizzabili di memoria, a differenza del sistema attuale, che darebbe all’ utente soli 2 GB di memoria. Tom’s Hardware rileva che l’API comprende un “metodo di rendering chiamato SFR, che sta per Split Frame Rendering”. E spiega inoltre: “Gli sviluppatori saranno in grado, manualmente o automaticamente, di dividere i dati delle texture e dei poligoni tra le GPU, e tutte le GPU potranno quindi lavorare insieme su ogni fotogramma. Ogni GPU funziona quindi su una parte specifica dello schermo, che sarà diviso in un numero di porzioni equivalente al numero di GPU installate.”

Le API Mantle di AMD, che allo stesso modo si trovano molto più vicine all’hardware rispetto a DirectX 11, prevedono già questa funzione: Civilization: Beyond Earth è uno dei giochi più recenti a farne uso. Parlando a GameSpot, il Game Scientist di AMD Richard Huddy ha confermato che è possibile che questa tecnologia possa ridurre significativamente la latenza e consentire la messa in comune della memoria, ma ha sottolineato che spetta agli sviluppatori sfruttare queste caratteristiche.

Microsoft ha annunciato DirectX 12 in gennaio durante la presentazione di Windows 10 ai media. La cosa sorprendente è che nuove schede grafiche potrebbero non essere necessarie per sfruttare le API. Questa caratteristica dual-GPU potrebbe fare il suo lavoro egregiamente anche con le schede già in commercio.

 

 

Commenti
Advertisement
Top