Fifa 17, siamo pronti per il viaggio. E arriva Frostbite

fifa 17

Fifa 17: da Ignite a Frostbite, svolta per il motore grafico

Fifa 17: Football has changed, il calcio è cambiato. Affermava José Mourinho nel teaser pubblicato la settimana scorsa e col quale la divisione sportiva dell’EA presagiva nuove appetitose innovazioni per il suo gioiellino di simulazione sportiva in versione calcistica.

Effettivamente pare essere proprio così stando alle notizie finora apprese, lo special one è stato di parola.

Partiamo dal punto di vista squisitamente tecnologico. La grossa novità data in pasta al pubblico è la decisione di passare al motore grafico Frostbite per quel riguarda lo sviluppo del prodotto videoludico. Il motore grafico Frostbite nato e sviluppato dal team DICE e nelle prime release adoperato esclusivamente per i titoli della popolare saga Battlefield si appresta ora nella sua versione numero 3 ad essere impiegato in svariati prodotti di alto profilo.

Oltre alla rinnovata continuità con il brand Battlefield – siamo arrivati al numero 5, in uscita ad ottobre 2016 – rispondono all’appello titoli del calibro di Need For Speed: Rivals o Star Wars Battlefront. E proprio l’ultimo titolo che va ad aggiungersi alla lista è Fifa 17.

Il nuovo capitolo della saga calcistica potrà godere di una rappresentazione dei volti dei protagonisti estremamente accurata, di una maggior usabilità e precisione sul terreno di gioco in virtù delle nuove feature rese disponibili da Frostbite. Ma non solo, potrà introdurre nuove modalità di gioco e tentare di imporre nuovi canoni.

Nei panni di Alex Hunter

Possibili nuove modalità abbiamo detto; ebbene dopo la relativa stasi a cui abbiamo assistito nelle ultime versioni del simulatore – nonostante l’arrivo sul mercato delle console di nuova generazione grazie alle quali era lecito aspettarsi un’arsenale di innovazioni più o meno importante – pare muoversi qualcosa nel panorama videoludico legato alla simulazione di calcio.

Fifa 17 introdurrà una nuova modalità storia, la cosiddetta “The Journey” ovvero “Il viaggio”.

Impersoneremo i panni di un emergente calciatore e lo dovremo guidare fino al raggiungimento dei massimi successi sportivi individuali. Il tutto costellato da una cornice di realismo non indifferente, dalle convocazioni presso l’ufficio del manager in caso di comportamenti gravemente scorretti fino alla possibilità di godere della vista offerta da un viaggio in aereo durante una trasferta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…