Connect with us

Benvenuti nel futuro: ecco la prima bici volante fatta in casa

News

Benvenuti nel futuro: ecco la prima bici volante fatta in casa

Funziona, è bella, e probabilmente molto pericolosa, almeno nella fase prototipo. Su youtube, l’ultima pazza invenzione dello “scienziato pazzo” Colin Furze già sta spopolando, e non solo grazie al patrocinio della Ford. E se Furze si è già guadagnato l’appellativo di Mad Geek presso il popolo della rete, grazie ad improbabili invenzioni come un cannone termico portatile, la sua corsa per i prati su di una hoverbike a un metro da terra sta già attirando l’attenzione non solo di pochi nerd annoiati, ma anche di investitori di rilievo. E ci sarà bisogno di un team di investitori e sviluppatori di prim’ordine, per rendere questo progetto fruibile.

Perché la hoverbike al momento non è solo ingombrante e poco funzionale come tutti i prototipi, ma decisamente pericolosa, visto che Furze nella sua furia inventiva ha dimenticato giusto qualche piccolo dettaglio, come ad esempio quel piccolo congegno chiamato freno. Certo, per un veicolo che non sfigurerebbe nella saga di Guerre Stellari, assemblato  in un garage da un idraulico che, per sua stessa ammissione, non ha la minima formazione d’ingegneria o di volo, il risultato è semplicemente strabiliante. Modifiche saranno comunque necessarie, per evitare di trovarsi inseguiti per i campi da un paio di eliche affilate e senza controllo, capaci di sollevare un uomo.

Furze è un pazzo interessante. Dopo tante invenzioni interessanti ma “inutili” (a meno che qualcuno non trovi qualche applicazione pratica seria per degli artigli di Wolverine al di fuori di Lucca Comics)  potrebbe finalmente avere trovato tra i meandri della sua fantasia qualcosa che unisca al solito dilettevole anche l’utile (in senso anche economico). Difficile dire se l’intromissione di investitori con i piedi per terra snaturerà le sue creazioni o le migliorerà (se Furze riesce già con pochi mezzi ad ottenere risultati simili, cosa potrà fare con un reparto R&S come quello di Ford), ma nel frattempo, possiamo sognare assieme a lui, a patto di non imitarlo a meno di non essere pazzi quanto lui.

Continua a leggere
Advertisement
Potrebbe interessarti...
Commenti
Advertisement
Top