Google celebra JUNO con un fantastico Doodle!

Alle ore 5:53 italiane, la sonda spaziale JUNO è finalmente entrata nell’orbita del gigante gassoso Giove. Google celebra oggi la sua sorprendente missione con un doodle.

Un viaggio durato 5 anni. Quasi 3 miliardi di chilometri percorsi e una storia ancora tutta da scrivere. Era il 5 agosto 2011 quando la sonda spaziale, incaricata di studiare il campo magnetico di Giove, partì da Cape Canaveral. Un dispositivo immenso: ben 20 metri di ampiezza e 4,5  metri di altezza, completamente alimentato da pannelli fotovoltaici.

JUNO rappresenta una sfida ingegneristica incredibile. Operare a distanze così elevate richiede infatti una pianificazione senza eguali. Qualsiasi cambiamento di rotta o aggiustamento della traiettoria che venga eseguito manualmente necessità di 48 minuti per l’esecuzione, il doppio se si volesse ricevere un feedback. Questo perché il segnale deve coprire la distanza di 860 milioni di chilometri che separano l’antenna posta a terra da quella della sonda.

La “vera” missione deve ancora cominciare. JUNO ha davanti a sé 20 mesi di attività scientifica in cui studierà Giove, compiendo fino a 37 orbite polari e sfruttando pienamente gli 11 strumenti presenti a bordo.

I complimenti per il successo della prima fase della missione sono giunti da tutto il mondo e Google, tra le pioniere nello sviluppo di nuove tecnologie, si è congratulata con la NASA attraverso la creazione di un doodle. La GIF animata rappresenta l’esultanza del personale a Terra dopo l’entrata in orbita della sonda spaziale; questa sostituisce la seconda “O” della parola “Google

JUNO_doodle

 

Cliccando sul doodle è possibile effettuare, come sempre, una ricerca in merito. A partire dal suo lancio, proseguendo con lo strabiliante viaggio, per terminare con l’ingresso nell’orbita del gigante gassoso. Tutte queste informazioni sono liberamente approfondibili in rete.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…