Connect with us

iOS 10: data di rilascio, novità e caratteristiche

Apple

iOS 10: data di rilascio, novità e caratteristiche

Secondo quanto annunciato, il nuovo iOS 10 dovrà fare il suo debutto il mese prossimo allo WWDC di Apple, e presenterà delle versioni totalmente riviste di Siri, HomeKit e Apple Music. Questa nuova uscita, nelle parole della compagnia, rappresenta una nuova pietra miliare nello sviluppo d’iPhone ed iPad, e Apple promette che anche chi aveva già scaricato la versione Beta dello iOS 10 rimarrà stupito dalle nuove prestazioni.Dato che la compagni lo sta ancora testando, è probabile che il prodotto finito venga lanciato sul mercato in giugno, come consuetudine della casa.

Chi ha consultato Siri, sa già che la data in cui Craig Federighi, vicepresidente del reparto software di Apple, presenterà il nuovo prodotto, è probabilmente il 13. Sebbene il prodotto sarà sin da subito disponibile per gli sviluppatori (gli aderenti al programma Apple Developers, a cui si può entrare pagando una piccola somma), gli altri dovranno attendere al massimo un mese per potere comprare la versione Beta sul sito della casa, come era successo con il precedente iOS 9. Per poter godere della versione definitiva, però bisognerà aspettare settembre, quando la fase di bug testing sarà finalmente risolta, ed il prodotto potrà venire lanciato sul mercato assieme all’iPhone 7. Si spera che il sistema mantenga le stesse caratteristiche e la correzione d’errori di sistema che avevano fatto già apprezzare il precedente modello, che seppure certo di pregevolissima qualità, dava un po’ l’idea di “vorrei, ma non posso!”.

Un piccolo problema potrebbe nascere dal fatto che quest’ultima versione non è pienamente compatibile con i modelli più vecchi, visto che richiederà di più dei normali 512 mega di Ram per girare correttamente. Se però avete un modello 6 o superiore, non dovrebbero esserci problemi di sorta. Stesso dicasi per gli iPad Pro 9.7 and 12.9, iPad Air 2, iPad Air, iPad mini 4, iPad mini 3, e gli iPad mini 2.

Siri sarà la prima App a venire probabilmente migliorata, come accade ogni anno. Gestendo la nostra voicemail, potrebbe diventare finalmente l’assistente definitiva per i nostri bisogni. Secondo le indiscrezioni, Siri sarà già in grado di rispondere a chi ci chiama per dire si siamo impegnati, o sarà in grado di transcrivere le chiamate vocali in modo che noi le possiamo leggere in caso ci trovassimo in luoghi affollati. Il tutto nell’ambito del rinnovato programma  iCloud Voicemail che dovrebbe garantire una ottimale gestione del suono ed audio.

Più interessante è l’upgrade della App Home. Grazie ad essa, il telefonino funzionerà come telecomando per numerosi elettrodomestici, lampadine intelligenti e quanto più. Al momento questa tecnologia esiste già ma è abbastanza raffazzonata, con un po’ di fortuna Apple saprà renderla fruibile in comodità.

L’App Music, uno dei fiori all’occhiello del prodotto, sarà rivista già dall’interfaccia totalmente rinnovata, differenziando tra App music ed iTunes e resa più facile da gestire anche per chi non conosce i prodotti della Apple. Schermi in bianco e nero, wall papers e testi delle canzoni sono alcune delle aggiunte che ci potremmo aspettare per il nuovo iOS 10. Forse utilizzerà il sistema 3D touch come già lo IOS 6, ma anche quest’ultimo verrà rivisto per essere utilizzato a 360 gradi per tutte le App, ridurlo solo a supporto per la musica sarebbe una sciocchezza. Per qualsiasi cosa lo usiate, tramite Wi-fi e Bluetooth dovreste ottenere sullo schermo i menu su finestre in sovrimpressione. Il Control Center dovrebbe seguire la stessa filosofia. Come ultimo, Apple potrebbe inserire un pulsante on screen al posto del pulsante home, come già succede in alcuni telefonini Android. Speriamo che il Control Center sia anche modificabile a piacimento, ma questo è qualcosa che dovranno decidere alla Apple.

Altra cosa che speriamo, è che Apple abbai rivisto il sistema volume. La gestione del volume dei file, specialmente quando di guarda un video su youtube, è ancora caotica nei precedenti modelli, quindi speriamo che anche qui si segua l’esempio d’android, e si distinguano bene i vari comandi.

Lo Split Screen multitasking ed il Bluetooth migliorato hanno già significato una grande differenza con il precedente modello iOS, quindi è lecito aspettarsi per lo meno qualcosa di simile per lo iOS 1o. Anche l’infrastruttura per il supporto multi login dovrebbe essere migliorata rispetto allo  iOS 9.3. Con il Touch ID implementato e rivisto, utilizzare il telefono e lavorare anche in gruppo dovrebbe essere facile come non mai prima usando altri dispositivi Apple. Visto che quest’ultima caratteristica aveva lasciato parecchio a desiderare nelle precedenti versioni, con icone che sparivano all’accendere lo schermo e simili. Si dovrebbe seguire il metodo di poter mettere le icone ed i menu in ordine cronologico, e speriamo che Apple imiti i colleghi della LG che con il sistema double tap rendono l’intero schermo molto più gestibile.

Commenti
Advertisement
Top