Connect with us

Jibo, il primo robot per la famiglia al mondo

News

Jibo, il primo robot per la famiglia al mondo

jibo-il-primo-robot-per-la-famiglia-al-mondo

Piccolo di statura ma con una grande personalità; stiamo parlando di Jibo, il robot di Famiglia che sta affascinando il mercato.

Jibo è alto solo 11 centimetri, ma lascia una grande impressione dal momento in cui lo vedrete; Jibo è il primo robot per la famiglia del mondo.

Jibo può cantare e ballare, può salutarvi quando tornate a casa dopo una giornata di lavoro e ricordarvi di chiamare vostra madre. Ma il potenziale di Jibo si estende ben oltre, impegnandosi in una conversazione informale e completare le vostre attività quotidiane.

Jibo nasce da un’idea di Cynthia Breazeal, pioniere della robotica sociale, lei è sicura che Jibo possa giocare un ruolo importante nell’educazione dei figli, nella gestione dell’assistenza sanitaria o aiutare gli anziani; il fascino di Breazeal per la robotica è cominciato con “Star Wars” e ha pensato a Jibo dopo aver visto la NASA mandare un robot su Marte, Jibo è il risultato di anni di lavoro e di studio di Breazeal.

Il robot Jibo è progettato per essere un compagno interattivo per ogni membro della famiglia ad un livello ancora irraggiungibile per un “normale” PC. Tutto questo grazie ad una serie di app, che la creatrice chiama “skills” già precaricate ed in futuro verrà messo a disposizione degli sviluppatori un’SDK per incrementare ciò che Jibo può fare.

Dal punto di vista tecnico, Jibo ha installato al suo interno due fotocamere ad alta risoluzione, un microfono che cattura flussi audio a 360 gradi e interpreta il linguaggio colloquiale (inizialmente solo in inglese), e grazie ad un algoritmo di intelligenza artificiale Jibo può interagire in modo naturale con le persone grazie al riconoscimento facciale ed è capace di apprendere gusti, preferenze ed abitudini dei componenti della famiglia. Può essere utilizzato per scopi più “tradizionali” per un dispositivo elettronico, ad esempio per scattare foto, ma può anche raccontare una storia ai bambini utilizzando movimento o effetti sonori e grafici per risultare più coinvolgente.

Il progetto è stato lanciato grazie ad una campagna di crowdfunding su Indiegogo nello scorso anno e, in poco tempo, i finanziamenti raccolti hanno abbondantemente superato l’obiettivo iniziale di 100.000 dollari arrivando a quasi 2,3 milioni di dollari e 4800 robot prenotati.

Le persone che sono riuscite ad ottenere un’esemplare grazie alla partecipazione su Indiegogo avranno Jibo verso dicembre di quest’anno, la commercializzazione per gli interessati dovrebbe cominciare nei primi mesi del 2016.

Vi lasciamo il video di presentazione di Jibo, scrivete nei commenti cosa ne pensate.

Continua a leggere
Advertisement
Commenti
Advertisement
Top