Connect with us

Nexus 5: dopo tanto discutere, finalmente ci siamo!

News

Nexus 5: dopo tanto discutere, finalmente ci siamo!

LG Nexus 5

Dopo due anni di telefoni “fuori taglia” da parte di Google, quest’anno il tanto atteso Google Nexus è tornato. Non ancora ufficiale a dire il vero, ma i rumors si sono fatti così densi e così precisi che ci siamo potuti fare ben più di qualche idea su quello che sarà il nuovo Nexus 2015: due versioni stanno per arrivare, una con display da 5,7″ marchiata Huawei ed una da 5,2″ marchiata LG, “come vuole la tradizione”. Entrambi condivideranno tre caratteristiche principali: il doppio speaker frontale stereo, lo scanner di impronte digitali posto sul retro e una porta USB Type C.
Dopo il Nexus “oversize” dell’anno scorso, ora i nostri occhi sono tutti rivolti al nuovo LG Nexus 5 (da alcuni chiamato Nexus 5X, ma vogliamo sperare che si sbaglino). Ecco cosa ci dobbiamo aspettare dal più atteso smartphone dell’anno.

Design e display: sensore di impronte digitali e doppio speaker frontale

Una cosa ormai certa, dopo tutti i “leak” trapelati in rete, è il suo design: le foto mostrano una combinazione interessante di nero e bianco, messi in un piacevole contrasto: il bianco sembra essere plastica, mentre la parte nera sembra essere vero metallo. Dal momento che questo telefono è il successore di Nexus 5 2013, esso riprende alcune delle linee che lo hanno reso famoso per far risaltare il “family-feeling” tra i due modelli.Nonostante ciò, il nuovo Nexus sarà più stretto e più sottile, e avrà l’obiettivo della fotocamera ben in vista. Non abbiamo ancora visto delle foto hi-res del device nel mondo reale, tuttavia sembra ormai certa la presenza del doppio speaker frontale il che suggerisce un audio potente e corposo.

C’è un’altra cosa che il nuovo Nexus 5 non ha mostrato esplicitamente nelle foto trapelate, ovvero la presenza della porta USB Type C compatibile però con tutti i formati USB precedenti fino al 2.0, il più vecchio tuttora utilizzato.

Per quanto riguarda il display, il Nexus 5 2015 sarà probabilmente dotato di un pannello IPS da 5,2″ FullHD, per una densità di circa 423 ppi. Crediamo che questa risoluzione sia più che sufficiente per la maggior parte degli utenti, e siamo curiosi di poter valutare anche la calibrazione dei colori che tanto ci aveva convinto sul vecchio Nexus 5 2013, sperando che sia rimasta tale.

Android 6.0 Marshmallow con Android Pay

Google usa la piattaforma Nexus per mostrare al grande pubblico le ultime novità del suo sistema operativo Android, ed è per questo che non ci sono dubbi in merito alla presenza di Android Marshmallow 6.0 già al momento del lancio. Google sembra essersi impegnata molto per integrare il lettore di impronte digitali direttamente nel framework di sistema, il che è sicuramente una delle maggori novità di Android 6.0. Grazie anche (ma non solo) a questa feature, il nuovo Nexus sarà il primo telefono a supportare nativamente Android Pay, il sistema di pagamento wireless che verrà presto lanciato negli stati uniti e poi ampliato nel resto del mondo.

Performance e memoria

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, si vocifera che il Nexus 5 2015 sarà mosso dallo Snapdragon 808. Questa è stata una interessante decisione, in quanto lo Snapdragon 808 non è il top di gamma Qualcomm (il quale, al momento, è lo Snapdragon 810) e i Nexus fino ad ora hanno sempre usato hardware di massimo livello. Non che lo Snapdragon 808 non sia potente abbastanza vero: è basato sulla tecnologia big.LITTLE con due potenti Cortex A72 affiancati da quattro “meno energivori” Cortex A53s per delle performance ottimali in tutte le condizioni di carico, tuttavia è comunque strano che il terminale abbia evitato lo Snapdragon 810. Possiamo solamente supporre che sia dovuto ai noti problemi di surriscaldamento di quest’ultimo, con una conseguente fama di SoC poco “affidabile”, nonostante dipenda moltissimo dall’ottimizzazione che ne viene effettuata.

Per quanto riguarda il resto delle specifiche, i rumor parlano di 3 GB di memoria RAM, la quale è più che sufficiente per un buon multitasking, mentre i tagli di memoria disponibili dovrebbero essere quelli da 32 e 64 GB, tuttavia vista la forte declinazione da “flagship-killer” siamo portati a pensare che sarà disponibile anche una versione da 16 GB, più economica, almeno per il primo anno di vendita.

Fotocamera da 12.7 megapixel con doppio flash LED e AF Laser

Tutti i rumors e le immagini trapelate mostrano un Nexus con un prominente obiettivo della fotocamera. Questo suggerisce un grande sensore, e un sensore più grande lascia ben sperare in una fotocamera con dei pixel più grandi in grado così di scattare foto nettamente migliori anche in condizioni di scarsa illuminazione. Le notizie trapelate confermano inoltre che la fotocamera dovrebbe essere da 12,7 megapixel con doppio flash LED, assistito dalla messa a fuoco Laser che gli consentirà di scattare foto con una velocità (almeno speriamo) paragonabile a quella di LG G4. Speriamo che da G4 abbiano preso anche il software di gestione del colore, la cui resa nelle fotografie è veramente molto fedele alla realtà.

Altre indiscrezioni parlano addirittura di un possibile stabilizzatore ottico delle immagini, il che consentirebbe elevate velocità di scatto anche in condizioni di scarsa luminosità, nonchè una migliore registrazione dei video. Ci aspettiamo inoltre il debutto della nuova Google Camera 3.0 che – si dice – porterà delle nuove ed interessanti funzioni nella fotocamera di sistema: “Smart Burst” vi consentirà di scattare molte foto in sequenza e di scegliere la migliore, “Creazioni” che consentirà di creare automaticamente dei collage con foto scattate in luoghi o momenti vicini e “Animazioni”, che vi permetterà di creare delle simpatiche immagini GIF animate utilizzando le foto che avete scattato con il telefono.

Compromessi: niente memoria espandibile e niente batteria rimovibile

Nonostante noi apprezziamo che Google monti a bordo dei suoi Nexus la versione stock di Android, non riusciamo tuttavia a spiegarci come mai decida di applicare certe limitazioni ai propri prodotti. Queste ovviamente sono scelte commerciali, tuttavia non ci spieghiamo come mai nel 2015 un telefono debba avere una memoria non espandibile o una batteria non removibile. Costava molto di più?

Questi sono due inconvenienti che – insieme allo scarso volume degli speaker – hanno “storicamente” affetto i Nexus di quasi tutte le generazione, e non capiamo perchè Google si ostini ad ignorare le migliaia di segnalazioni e di lamentele da parte degli utenti.

Comunque, il nuovo Nexus vanta una batteria da 2700 mAh, più che adeguata alle dimensioni dello schermo e alle specifiche generali.

Il prezzo!

Dopo tutti questi bei discorsi, è ora di arrivare al sodo: il prezzo. Nexus 4 e Nexus 5 hanno veramente scosso l’industria della telefonia sotto questo punto di vista: hanno insegnato a molti produttori che era possibile effettivamente fare di più spendendo di meno. Il Nexus 6 aveva sì un prezzo basso, ma non così concorrenziale e pertanto ci aspettiamo che questo Nexus 5 venga proposto ad un prezzo ragionevole, così da consentirgli veramente di fare il “colpaccio”.
A quanto? Si vocifera di un costo attorno ai 399 dollari per la versione base, senza nessun contratto con operatori mobili.

L’annuncio ufficiale è previsto per il 29 di settembre, che dire… non ci resta che incrociare le dita!

Continua a leggere
Advertisement
Commenti
Advertisement
Top