Connect with us

Nuovi chip MediaTek per tablet e cellulari

News

Nuovi chip MediaTek per tablet e cellulari

Nuovi chip MediaTek per tablet e cellulari

MediaTek è stata la prima società ad offrire un vero e proprio chipset octa-core nel 2013. Ora, un rapporto dalla Cina afferma che il produttore di chip ha mostrato un nuovo chip mediatek di nuova generazione ad un evento speciale dove erano presenti anche Xiaomi e Vivo.

Secondo un analista cinese, il nuovo chipset MediaTek Helio X20 sarà dotato di 10 core, e si dice che abbia prodotto un punteggio su AnTuTu sopra 70.000 punti, un risultato fantastico se confrontato con quelli ottenuti dai modelli top di gamma presenti oggi su mercato.
Con questi nuovi chip Mediatek punta a superare i sui rivali, in particolare Qualcomm che con il suo chipset Snapdragon810 risente di problemi di surriscaldamento.

L’azienda taiwanese, i cui processori sono presenti  all’interno di telefoni cellulari di ogni tipo in Asia (tra cui il nuovissimo HTC One M9 Plus), ha annunciato inoltre due nuovi chip MediaTek progettati per i tablet. I SoC MT8163 e MT8736 dispongono entrambi di quattro core e di un’architettura a 64-bit. Ma ci sono alcune importanti differenze tra i due.

Il primo è infatti progettato per i tablet con solo la connettività Wi-Fi, e promette di assestarsi intorno ai 30000 punti su Antutu. Offre quattro core Cortex A53 e supporta Android 5.1, video H.265, dual band Wi-Fi, GPS e Bluetooth 4.0. Il chip può inoltre gestire una risoluzione dello schermo fino a 1080p.

Per quanto riguarda il MT8736 invece, MediaTek afferma che con la sua architettura a 64-bit è il 20% più veloce rispetto alla concorrenza, mentre utilizza il 10% di energia in meno. Il chipset sarebbe in grado di gestire funzioni di fotocamera di fascia alta, tra cui picture-in-picture. Supporta FDD-LTE, TDD-LTE, WCDMA, CDMA2000, full-mode 4G tablet TDS e GSM. Fornisce inoltre il supporto per dual-band Wi-Fi, GPS e Bluetooth 4.0.
Il produttore potrebbe aver bisogno di fare ancora qualche ritocco su entrambi i chip. Entrambi sembrerebbero impiegare una GPU AMD che non si è comportata benissimo nei benchmark, e saranno destinati alla fascia di mercato medio-bassa.

 

Commenti
Advertisement
Top