UMi: pronto il nuovo Extreme Plus con ben 6GB di RAM

umi extreme plus

Non è certo la prima volta che assistiamo al lancio, da parte di qualche produttore cinese, di un nuovo telefono dalle caratteristiche hardware “estreme“. Questa volta tocca a UMi, pronta a rilasciare una nuova, super pepata versione del suo già noto UMi Plus, il quale normalmente vede installato a bordo un processore Helio X10 accompagnato da “solo” 4 GB di RAM. Ma in fondo, perché accontentarsi di specifiche da semplice top di gamma quando si può strafare?

Ed ecco, neanche il tempo di dirlo che UMi ha già annunciato il suo Extreme UMi Plus, il quale invece è equipaggiato con un Helio P20 (una CPU octa-core comparabile almeno sulla carta con Snapdragon 820 di Qualcomm) e addirittura il 50% di RAM in più del modello standard: 6 GB!
Se a ciò aggiungiamo il fatto che già al momento del lancio verrà proposto con a bordo Android 7 Nougat beh… Allora sì che la faccenda inizia a farsi interessante!

L’Extreme UMi Plus sarà disponibile in colori Black o Blue mentre la versione standard nei colori Gold o Gray, stando a quanto annunciato sulla pagina Facebook ufficiale del produttore cinese. Inoltre, sempre stando a quanto detto sul loro profilo, sembra che acquistandolo vi sia la possibilità di vincere un altro UMi Plus (questo però in versione standard, hehe…) semplicemente inserendo la propria email e spiegando nei commenti quale sia la feature di UMi Plus che preferite.

Ad ora non vi è una data ufficiale di lancio del nuovo UMi Plus Extreme, perciò ci sarà da aspettare l’annuncio ufficiale da parte del produttore.

Le altre specifiche di UMi Plus includono un display da 5,5 pollici a 1080p di risoluzione, una fotocamera posteriore da 13 megapixel ed una anteriore da 5. La batteria è da ben 4000 mAh e supporta sia dual sim che Quick Charge, il tutto in un gradevole corpo unibody in alluminio aeronautico ad altissima resistenza. Che ne pensate di questo “attacco” dal Sol Levante? Riusciranno i big a proporre modelli altrettanto performanti o ignoreranno la provocazione? Fatecelo sapere nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…