Connect with us

Samsung: il primo smartphone pieghevole sarà pronto per il 2017 ed avrà uno schermo 4K

News

Samsung: il primo smartphone pieghevole sarà pronto per il 2017 ed avrà uno schermo 4K

Secondo quanto riportato dal blog Sammobile, Samsung sarebbe in procinto di lanciare non uno, ma ben cinque modelli principali nel 2017. Fino ad oggi, Samsung ci aveva abituato a due modelli per anno (un Samsung Galaxy S all’inizio dello stesso, un Samsung Galaxy N alla fine). Ma da quando Samsung ha iniziato ad inserire qualche novità tecnica nei suoi modelli (leggi, ad esempio, lo schermo ricurvo), il numero di proposte della casa è salito esponenzialmente.

Se le voci fossero confermate, dei primi cinque modelli ne vedremo molto presto due: il Samsung Galaxy S8 ed il Galaxy S8 Edge. Questo programma di lancio sarebbe molto simile a quello già usato quest’anno. Poi, più avanti, vedremo i le proposte per le linee a cui siamo già abituati, come il Samsung Galaxy Note 7 ed il Galaxy Note 7 Edge, ma la parte del leone la farà sicuramente il Samsung Galaxy X, il primo telefono con schermo pieghevole prodotto dalla casa.

Il Galaxy S8 ed il Galaxy Note 7, oltre che le loro varianti a schermo ricurvo, saranno probabilmente dotate di schermi QHD Super AMOLED. Il Samsung Galaxy X, invece, sarà dotato quasi sicuramente di uno schermo da 4k con un sistema subpixel PenTile. Quest’ultimo modello di telefono, conosciuto precedentemente con il “nome in codice” Project Valley, avrà lo schermo che si potrà piegare in due, permettendo di metterlo più comodamente in tasca quando non lo stiamo utilizzando.

Ovviamente, è proprio questa la caratteristica che più ci interessa: visto che lo schermo pieghevole è il biglietto da visita per un futuro dove il telefonino s’evolverà a tutti i livelli, forma compresa, il Galaxy X potrebbe essere una pietra miliare dello sviluppo tecnologico. Sfortunatamente, al momento i dettagli sono così scarsi da risultare a volte solo voci, e tutto quello che sappiamo per certo è che la Samsung ha richiesto i brevetti per sviluppare questa nuova tecnologia.

Commenti
Advertisement
Top