Connect with us

StormBlade arriva su Android

Giochi

StormBlade arriva su Android

stormblade-arriva-su-android

Quando Infinity Blade è arrivato su iPhone, è diventato in breve tempo lo standard per i giochi di ruolo d’azione sul cellulare, in particolare su iPhone, a causa della combinazione letale di splendida grafica e controlli intuitivi. Due episodi più tardi, il titolo non ha ancora fatto la sua comparsa su Android. Stormblades, che è stato appena lanciato dallo sviluppatore di Subway Surfers Kiloo, sembra quasi avere le carte in regola per occupare questo vuoto. Quasi…

La grafica è chiara e i colori sono vividi. L’animazione è fluida e senza incertezze. Stormblades passa senza problemi attraverso Galaxy Note 3 e Nexus 5 (con sistema operativo Android 5.0) come un coltello caldo nel burro. Non possiamo lamentarci.

Per quanto riguarda i controlli, il sistema swipe and tap di Infinity Blade non è certamente rivoluzionario, ma è sicuramente meglio di un joystick virtuale su schermo. Nel combattimento è fondamentale effettuare i vostri swipe and tap con tempismo perfetto. Di una semplicità mortale su touchscreen, ma ancora abbastanza impegnativo per tenervi sulle spine.

Purtroppo, le note positive sembrano essere terminate qui.

A differenza di Infinity Blade, non vi è quasi nessuna trama da seguire. In realtà, il gioco ti proietta subito in azione, che potrebbe essere positivo per alcuni, ma un po’ superficiale per gli altri. Sì, c’è una storia di fondo, in realtà. Tu sei un guerriero impegnato in una missione per sbloccare poteri nascosti nelle rovine, e combattere i Custodi che bloccano il tuo percorso, fondamentalmente facendo di te una sorta di Tomb Raider maschile. Questo è tutto. A tutti gli effetti è solo una trama sottile per mettere tutto il gioco in una sorta di contesto.

Probabilmente questo gioco vi ricorderà pure Temple Run, dato il fondale fatto di giungla lussureggiante e la gestione automatizzata della corsa. Anche il fatto di dover rompere certe cose lungo il percorso sembra familiare. L’unica differenza è che si viene fermati nel percorso per combattere alcune battaglie.

Tutto sommato, Stormblades è un piacere per gli occhi, facile da imparare e difficile da padroneggiare. Tuttavia non possiamo sicuramente considerarlo un capolavoro per storia, caratterizzazione dei personaggi e significato. Eppure si tratta di qualcosa di differente dai soliti giochi 8 bit retrò, sparatutto o RPG old school. Ed è anche free to play.

Se siete alla ricerca di qualcosa di simile ad Infinity Blade, date un’occhiata a Godfire: Rise of Prometheus, simile in termini di meccaniche di gioco, ma con una storia intrigante alle spalle.

 

Commenti
Advertisement
Top