Con Tap to Translate, adesso Google Translate funzionerà anche all’interno di altre App

Google Translate da sempre aiuta gli utenti in tutto il mondo a comunicare tra loro fornendo strumenti in grado di decifrare e tradurre non solo il lessico, ma anche suoni e immagini da una lingua all’altra. E se all’inizio le sue traduzioni erano la barzelletta della rete, ora il programma si è evoluto ed è diventato assai complesso. E’ molto comodo da utilizzare rispetto a prima, visto che da qualche ora è possibile attivarlo da dentro altre applicazioni. Non solo questo sarà reale in poco tempo, ma pare che non sia l’unica sorpresa che ci riserva la nuova veste di Google Translate.

Integrato con l’Android Clipboard, Google Translate è ora in grado di tradurre direttamente le lingue che vengono riportate sul vostro telefonino: un pop up apparirà vicino al testo con la traduzione, senza dovere in continuazione passare dalla schermata al traduttore. L’app funzionerà per tutte le lingue supportate, ed in più, si potrà utilizzare anche in modalità offline.

Ora gli utilizzatori di iPhone e Android potranno continuare a scaricare contenuti e pacchetti per la traduzione a seconda del bisogno, da utilizzare in quei momenti in cui la connessione online sia troppo scadente o il trasferimento dati troppo lento per essere d’aiuto. Al momento, circa la metà delle lingue supportate da Google Translate è disponibile offline, ma si parla comunque di svariate dozzine, tra cui ovviamente le più importanti.

googletranslatetaptotranslate

Infine, Google ha migliorato la sua applicazione di traduzione in real-time Word Lens includendo il cinese, una scelta abbastanza ovvia date le potenzialità di mercato e il sempre maggior numero di persone che per un motivo o l’altro hanno a che fare con questa lingua. Sarà sufficiente puntare la fotocamera del telefonino verso un qualsiasi testo in ideogrammi, perché compaia sullo schermo una traduzione degli stessi.