Connect with us

Un uomo dell’Ohio potrebbe essere la prima persona ad andare in prigione per pirateria di applicazioni Android

Android

Un uomo dell’Ohio potrebbe essere la prima persona ad andare in prigione per pirateria di applicazioni Android

Android-Pirata

Ah, la pirateria. La rovina di tutte le attività creative. L’apertura di Android ha portato un sacco di grandi cose alla piattaforma e ai suoi utenti, ma c’è da sempre un grave inconveniente per gli sviluppatori, ovvero il fatto che i file .apk possono essere liberamente installati senza l’uso del Play Store e senza spendere un centesimo. Questo, ovviamente, crea un grosso problema per chiunque cerca di monetizzare il duro lavoro.

Così, nel 2012, l’FBI ha sequestrato tre alternative al Play Store non autorizzate, piene di applicazioni pirata, Appbucket, Applanet, e SnappzMarket. Questa prima operazione è stata seguita da successivi arresti e ora, un 28enne residente nell’Ohio con il nome di Scott Walton potrebbe diventare la prima persona al mondo ad andare in prigione a causa di pirateria di app per Android. Il 3 novembre, il signor Walton è stato dichiarato colpevole di per la violazione di copyright ed è attualmente in attesa di giudizio. E ‘stato arrestato nel mese di luglio, insieme a due colleghi, tutti identificati come principali membri del gruppo SnappzMarket, che hanno riprodotto e distribuito oltre un milione di copie di applicazioni Android, per un valore di circa $ 1,7 milioni. Questa è proprio una bella cifra e, mentre per gli altri gruppi sono state inflitte pene più leggere, il fatto che il danno causato dal gruppo SnappzMarket supera un milione e mezzo di dollari,  potrebbe comportare pene più severe per i suoi fondatori.

Commenti
Advertisement
Top