Connect with us

WhatsApp diventa gratuito: via l’abbonamento annuale!

News

WhatsApp diventa gratuito: via l’abbonamento annuale!

WhatsApp

WhatsApp, il servizio di messaggistica di proprietà di Facebook, diventa gratuito. L’abbonamento annuale di 0,89 centesimi sparisce del tutto e l’applicazione diventerà completamente gratuita per tutti gli utenti. WhatsApp divenne a pagamento pochi anni fa, costringendo i nuovi utenti a pagare un abbonamento annuale di 89 centesimi dopo il primo anno. “Con la crescita di WhatsApp, abbiamo scoperto che questo approccio non ha funzionato bene”, si legge in un post sul blog dell’azienda.

“Molti utenti WhatsApp non dispongono di una carta di credito ed erano preoccupati di non poter più utilizzare l’applicazione dopo il primo anno. Così nel corso delle prossime settimane, rimuoveremo gli abbonamenti dalle diverse versioni della nostra app”.

Nessun rimborso per chi ha già acquistato l’abbonamento

Se avete utilizzato WhatsApp a partire da 6 anni fa, probabilmente non avete mai acquistato un abbonamento. Per la maggior parte degli utenti originali è stato concesso il servizio gratuito a vita, ma negli ultimi anni l’azienda ha introdotto la sua sottoscrizione per i nuovi utenti. Recode segnala che non ci sarà un rimborso per chi ha già acquistato un abbonamento, ma la possibilità di acquistarne uno cesserà immediatamente.

WhatsApp ha ora quasi 1 miliardo di utenti, e i nuovi piani di servizio di proprietà di Facebook sembrano concentrarsi su servizi dedicati alle imprese. “Proveremo strumenti che consentiranno di utilizzare WhatsApp per comunicare con le imprese e le organizzazioni che ci interessano”. Ciò significa che si potrebbe, in futuro, essere in grado di inviare messaggi WhatsApp alla vostra banca o alle compagnie aeree. Allo stesso tempo WhatsApp non ha intenzione di consentire annunci di terze parti all’interno del servizio.”

 

Ecco il contenuto del post pubblicato sul blog di WhatsApp:

“Naturalmente, la gente potrebbe chiedersi come abbiamo intenzione di mantenere attivo WhatsApp senza le sottoscrizioni e se l’annuncio di oggi significa che stiamo introducendo annunci di terze parti. La risposta è no. A partire da quest’anno, metteremo alla prova nuovi strumenti che consentono di utilizzare WhatsApp per comunicare con le imprese che si interessano. Questo potrebbe significare la possibilità di comunicare con la propria banca sul fatto che una recente operazione è fraudolenta, o con una compagnia aerea su un volo in ritardo. Riceviamo tutti questi messaggi altrove oggi – attraverso sms e telefonate – così vogliamo testare nuovi strumenti per rendere questo più facile da fare con WhatsApp, pur offrendo una esperienza senza annunci di terze parti e spam.”

Questa strategia potrebbe sembrare familiare. E’ la stessa idea alla base di Facebook Messenger, altro servizio di messaggistica standalone della società. Con Messenger, Facebook offre già agli utenti la possibilità di chattare con le imprese, e la società sta già sviluppando altre caratteristiche, come i pagamenti mobile.

“Quello che abbiamo deciso è che nel lungo periodo, gli annunci e la monetizzazione avrebbero un rendimento migliore se ci fosse un’interazione organica tra persone che utilizzano il prodotto e le imprese”.

 

Fonte

 

 

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Top