Trucchi Giochi

Come si gioca a Burraco: origini storiche e versioni online

Come si gioca a Burraco? Vediamo alcune tecniche e trucchi del mesteriere.

Origini del burraco

Il gioco del burraco è nato in America del Sud, molto probabilmente in Uruguay, attorno agli anni ’40. Ovviamente non ci sono dati precisi in proposito, perché si tratta di un gioco nato in ambiente popolare e diffusosi, almeno inizialmente nei bar e nelle case.

Viste le similitudini fra i due giochi, si pensa che il burraco sia nato come variante della canasta. Il nome del gioco deriva molto probabilmente dal termine portoghese ‘buraco’, che in italiano significa ‘setaccio’. Questo termine descriverebbe molto bene il procedere del gioco, in cui si alternano le azioni di pescare e scartare le carte, setacciando quelle migliori fino ad ottenere le combinazioni richieste.

Arrivo del burraco in Italia

Nel nostro Paese il burraco ha iniziato a diffondersi dagli anni ’80. Questo gioco è arrivato inizialmente in Puglia, per poi diffondersi rapidamente in tutta Italia. Inizialmente il burraco era un passatempo tutto femminile, praticato prevalentemente a casa con un gruppo di amiche. Le regole si diffondevano a voce, con il passaparola, per cui potevano sorgere delle piccole varianti locali del gioco da una città all’altra.

Quando il burraco divenne molto popolare e cominciarono ad essere organizzati i primi tornei però sorse la necessità di un regolamento unico e univoco, in modo che tutti i giocatori potessero confrontarsi senza ambiguità.

Nel 1997 nacque la FIBur (Federazione Italiana del gioco del Burraco), che emanò un regolamento ufficiale a cui tutti, gradualmente, si uniformarono. Oggi la FIBur organizza tornei di burraco a livello nazionale e coordina, attraverso sezioni locali e altre associazioni, molte competizioni a livello locale.

Diffusione e successo del burraco

In Italia oggi il burraco è un gioco estremamente popolare. Nato come gioco prevalentemente femminile, si è ben presto diffuso in tutti gli strati della popolazione ed oggi ai tornei non è difficile vedere impegnati al tavolo di gioco uomini e donne, anziani e giovanissimi. Il successo di questo gioco è probabilmente dovuto a regole abbastanza semplici ed immediate, facili da imparare per chiunque, e ad un gioco ricco di variabili.

Come si gioca a burraco

Le regole di base del burraco sono abbastanza semplici. Si gioca solitamente in 4, divisi in due coppie di avversari. Ogni giocatore riceve 11 carte dal mazziere e ogni coppia ottiene altre 11 carte (pozzetto) che rimangono inizialmente coperte. Ogni giocatore comincia il proprio turno pescando una carta dal mazzo coperto, oppure prendendo le carte scartate in precedenza.

In questo caso però non è possibile scegliere le carte: il giocatore dovrà prendere in mano tutto il gruppo di carte scartate, quale che sia il loro numero. Il giocatore può quindi mettere in gioco le combinazioni che ha formato, oppure attaccare delle carte alle combinazioni sue o del compagno già sul tavolo.

Il primo giocatore di ogni coppia che rimane senza carte in mano deve pescare il pozzetto e proseguire il gioco. Vince la coppia in cui un giocatore rimane senza carte, dopo aver utilizzato anche quelle del pozzetto. Per poter chiudere è necessario che la coppia abbia realizzato almeno un burraco.

Combinazioni, scale e burraco

Ogni giocatore può calare, cioè mettere sul tavolo, combinazioni di 3 o più carte dello stesso valore, anche dello stesso seme, ad esempio 3 assi, oppure delle scale. Queste ultime sono sequenze ordinate e continue di carte dello stesso seme, ad esempio 6, 7 e 8 di picche. Alle combinazioni e alle scale già giocate è sempre possibile aggiungere altre carte, attaccandole.

Le coppie di giocatori possono attaccare carte alle combinazioni della propria coppia, non a quelle degli avversari. I jolly possono essere utilizzati al posto di qualsiasi altra carta del mazzo per completare combinazioni e scale. Le carte di valore 2 sono dette pinelle e vengono utilizzate come i jolly.

Prima di poter chiudere una coppia dovrà avere calato o completato almeno un burraco, ovvero una combinazione o una scala di 8 carte, utilizzando al massimo un jolly o una pinella. Una volta che una coppia ha chiuso la partita si contano i punti. Vince chi ne ha totalizzati di più.

Diffusione del burraco online

Negli ultimi anni il burraco si è diffuso anche come gioco online, sfruttando la grandissima popolarità ottenuta. Si sono così moltiplicate le community di giocatori che si sfidano sul web, tramite computer o anche utilizzando dispositivi mobili come smartphone o tablet, grazie alle apposite app. Molti di questi siti richiedono una registrazione iniziale.

Nella maggior parte dei casi l’iscrizione e l’accesso alla community sono gratuite, così come lo sono le partite. A differenza di molti altri giochi di carte online il burraco sta, almeno per il momento, mantenendo la sua componente puramente ludica e non è utilizzato per le scommesse.

L’accesso a questi portali permette di entrare in contatto con moltissimi altri appassionati di burraco, con cui è possibile organizzare partite o piccoli tornei via web. Generalmente è possibile giocare sia da soli contro il computer che sfidando avversari reali in remoto.

App dedicate al burraco

Con la diffusione del burraco online sono nate anche numerosissime app che permettono di giocare online da dispositivi mobili come tablet e smartphone. Anche in questo caso è in genere necessario registrarsi, per poter poi sfidare gli altri membri della community degli utenti in partite e tornei.

La maggior parte delle ap permette di giocare da soli, contro il computer, contro un avversario in remoto oppure di impegnarsi in vere e proprie partite come quelle dei tornei. In questo caso si affronteranno 4 giocatori remoti, divisi in 2 coppie. L’iscrizione a uno di questi siti, portali o servizi dà in genere accesso anche a forum e gruppi di discussione interni.

Si tratta di un modo per parlare di una passione comune, quella del burraco, ma anche di socializzare e fare nuove conoscenze e nuovi amici. La maggior parte dei forum hanno infatti anche delle sezioni non dedicate al gioco, dove è possibile scambiare quattro chiacchiere con i nuovi amici e conoscere persone nuove.

Mostra altro
Close